La vera anima di Bangkok sono i suoi templi che sorgono in ogni quartiere della città con le loro finiture dorate e l’odore di incenso, i Gonzi che pregano e i Buddha riflessivi.

In ogni angolo della città è possibile trovare qualche luogo sacro, con tetti in foglia d’oro e statue circondate da pellegrini, per questo è importante selezionare i templi più importanti da un punto di vista storico e architettonico, per non trasformare la visita di Bangkok in un noioso rimbalzare da un tempio all’altro.

Per la visita ai templi è necessario un abbigliamento adeguato, che copra gambe e spalle, ed è sempre richiesto di togliersi le scarpe prima di accedere alla struttura.

Wat Phra Kaew

E’ senza dubbio il principale dei templi della città, il più grande, il più regale, il più sontuoso. Situato al cento dell’isola di Ko Ratanakosin, rappresenta l’anima antica della Thailandia e all’interno del suo complesso ospita due attrazioni di grande calibro: il Buddha di Smeraldo e il Palazzo Reale.

Il Buddha di Smeraldo, protetto da Yaksha, giganti mistici, è una delle statue più venerate del Paese e viene vestito con una cerimonia dal Re al cambio di ogni stagione.

Il Palazzo Reale era l’antica residenza del sovrano e assieme al complesso di edifici sacri fu eretto nel 1782 in stile Ratanakosin, ovvero della “vecchia Bangkok“.

Wat Pho

Il motivo principale per visitare il Wat Pho è il Buddha Reclinato, una maestosa statua sdraiata dell’Illuminato lunga 46 metri e alta 15 rivestita in foglia d’oro. I piedi enormi ospitano intarsi in madreperla con 108 caratteristiche del Buddha.

La posizione molto caratteristica di questa statua rappresenta il passaggio al Nirvana, ovvero la morte del Buddha.

Montagna Dorata

Una tortuosa scalinata in mezzo a una vegetazione rigogliosa vi porterà in cima a questa collina artificiale dove un tempio d’oro accoglie i pellegrini. In cima ai gradini godrete di una vista a 360 gradi sulla città, potrete pregare e suonare qualche gong in cerca di buona fortuna.

Un luogo ideale per mangiare è ai piedi della Montagna dorata, dove numerose bancarelle di strada sfamano i pellegrini offrendo dalle zuppe calde con i noodle ai Pad Thai.

Wat Suthat

E’ il tempio sede dei brahmini, che presiedono la Cerimonia Reale dell’Aratura. Ospita diverse statue di bronzo del Buddha.

Wat Bowonniwet

Questo tempio ha un’importanza regale per la città. Il re Mongkut, infatti, fu priore di questa struttura sacra vivendo da monaco per diversi anni. In seguito anche Rama IX e altri membri maschi della famiglia reale furono ordinati monaci presso questo Wat.

Wat Ratchanadaram Worawihan

Architettonicamente molto diverso rispetto agli altri templi della città. Esternamente ricorda quasi un castello, con il tetto in metallo, ed al suo interno ospita un importante mercato di Amuleti Buddhisti, utili per ogni necessità.

Wat Arun

E’ un tempio dall’atmosfera unica. Situato a ovest della città vecchia sulla riva del fiume. La sua caratteristica è una torre in stile Khmer alta 82 metri, rivestita di mosaici floreali. Il tratto in traghetto per attraversare il fiume vi regalerà spettacolari vedute sul tempio, suggestive soprattutto al tramonto.

Wat Traimit

Fino a 40 anni fa non era tra i templi più rinomati della città, ma durante dei lavori di ristrutturazione, la statua del Buddha alta 3 metri e pesante 5 tonnellate cadde da una gru mentre veniva spostata. Si scoprì che sotto un rivestimento di gesso c’era una colata di oro massiccio. Questo trucco ha permesso di proteggere la statua dai predoni durante i secoli e oggi è una delle più venerate della città.

Wat Benchamabophit

Questo tempio è famoso per essere rappresentato sul retro della moneta da 5 baht e per essere costruito in pregiatissimo marmo bianco di Carrara. Inoltre custodisce le ceneri del re Rama V e ospita nel cortile alle spalle della struttura principale ben 53 statue de Buddha.

Thailandia: dove andare e cosa vedere!

banner thai

Comments

comments