Con l’Islanda non può che essere amore a prima vista. E nel mio caso è il mio primo vero amore. 

Pensa a qualcosa di straordinariamente bello che vorresti nel tuo viaggio ideale…Beh l’Islanda ce l’ha (tranne forse il mare dove fare il bagno). Vuoi rilassarti alle terme? Laguna Blu o Hotsprings naturali. Vuoi cultura? Reykjavik. Vuoi paesaggi strepitosi? Non saprai da che parte girare la testa. Vuoi il buon cibo? Prova il pesce e le zuppe islandesi. Avventura? Trekking? Animali selvaggi? Tramonti? Persone accoglienti? Fenomeni naturali unici?

Potrei andare avanti ancora per molto, ma a questo punto dovresti già esserti convinto a prenotare il volo.

Bellezza straordinaria

L’Islanda ti accoglie fin dal primo istante con tutta la sua bellezza. Dall’aeroporto a Reykjavik la strada attraversa immensi campi di roccia lavica e sabbia, un vero e proprio deserto vulcanico. Viaggiare sulla Ring Road, l’unica strada asfaltata fuori dalla capitale che costeggia tutta l’isola, è come percorrere un lungo safari alla caccia delle straordinarie bellezze naturali che l’Islanda offre.

La costa sud è meravigliosa e per chi ha meno tempo a disposizione è perfetta da visitare in 2 settimane. Sul lato sinistro della strada avvisterete cascate magnifiche, geyser, lagune piene di iceberg, deserti glaciali, ghiacciai, vulcani, sorgenti termali naturali.

Paradiso degli avventurieri

Per cogliere la vera essenza dell’Islanda partite all’avventura. L’isola vichinga è fatta di intemperie, freddo, tramonti, vapore, vento e ghiaccio e per assaporarne al meglio l’autenticità dovrete mettervi in balia degli elementi. Non prenotate niente, giratela in bici o a piedi, in autostop o in bus. Dormite dove vi capita lasciando che sia l’Islanda a decidere quante saranno le stelle sopra il vostro tetto. Comprate un maglione con i ricami e camminate zaino in spalla fino al tramonto, lavatevi in qualche torrente e montate la vostra tenda dove i piedi stanchi vi diranno di fermarvi. Verrete senz’altro ripagati.

Cibo squisito

A parte lo squalo putrefatto, che marcisce per mesi e mesi, qualsiasi pesce e crostaceo mangiate in Islanda potete stare sicuri che sia quasi appena pescato. Cercate i ristoranti vicino al porto di qualsiasi città, paese o villaggio e troverete prodotti freschissimi e squisiti. Tra le migliori esperienze culinarie che ho vissuto c’è una cena in una guesthouse a circa 50 km a ovest da Mivatn, nel nord dell’isola. Menù a base di trote al cartoccio, pescate personalmente dal padrone di casa nel fiume che attraversa la proprietà. Strepitose.

Vi siete convinti a prenotare il volo per l’Islanda?

 

Comments

comments