Bormio è da secoli una località di montagna rinomata per le sue sorgenti termali e vanta ben 3 impianti termali. Le Terme di Bormio, quelle pubbliche, si trovano in centro paese, mentre i QC Bagni Vecchi e QC Bagni Nuovi si trovano in una posizione particolarmente suggestiva fuori dalla cittadina, su un versante di montagna che offre una vista straordinaria sulla valle.
Pochi sanno, però, che esiste una sorgente segreta in mezzo al bosco, una perla dal sapore autentico che per anni i bormiesi hanno curato e impreziosito.

LE TERME LIBERE DI BORMIO – LA POZZA DI LEONARDO DA VINCI

Se siete stati ai Bagni Vecchi o ai Bagni Nuovi avrete in mente una certa idea di Terme: ambiente di lusso, saune, piscine infinity, idromassaggi, accappatoi e pantofoline.
Bellissimo, ma per me non reggerà mai il confronto con l’atmosfera spartana, autentica e selvaggia di una pozza in mezzo al bosco, incastrata tra la montagna e il fiume ghiacciato. E se i servizi dei Bagni Vecchi e Nuovi si pagano cari, un posto come questo non potrà mai avere un prezzo.
Si chiama “La Pozza di Leonardo da Vinci” e si trova appena fuori dal centro di Bormio. Per arrivarci bisogna conoscere la posizione esatta, non segnalata in alcun modo, dell’accesso al sentiero. Da qui bisogna camminare per circa 10 minuti nella pineta e costeggiare il fiume su un percorso a strapiombo.
In linea d’aria “La Pozza” si trova esattamente sotto ai Bagni Vecchi, con i quali ne condivide le acque. I bormiesi, infatti, hanno costruito una vasca di pietre e sassi che raccoglie l’acqua termale prima che si riversi nel torrente Braulio. Un piccolo capolavoro immerso nella natura, ideale per 8-10 persone che possono stare comodamente immerse nell’acqua a 36 gradi. La temperatura nelle fredde giornate invernali è talmente gradevole che non si sente la necessità di uscire. Basta un buon vino, un handpan e l’atmosfera diventa subito quella di un raduno hippie.

Se avete intenzione di godervi lo spettacolo della Pozza di Leonardo, ricordatevi di seguire 3 semplici regole di buon senso e rispetto:

#1. Non usate l’area circostante alla Pozza come un WC.
#2. Non lasciate spazzatura
#3. Lasciate tutto come l’avete trovato.

Le Terme libere di Bormio sono un bene comune che viene mantenuto curato dagli anziani del posto. Godetene rispettosamente.

COME ARRIVARE ALLA POZZA DI LEONARDO DA VINCI A BORMIO (TERME LIBERE DI BORMIO)

Per arrivare alla Pozza di Leonardo da Vinci di Bormio dovete imboccare via Costabella, a Valdidentro. Proseguite fino a incrociare il ponte sul fiume Braulio. Sulla destra del fiume guardando a monte, troverete uno spiazzo dove parcheggiare. Da qui parte anche il sentiero. Seguite la stradina sterrata tenendo il fiume sulla sinistra. Proseguite all’interno del bosco per circa 5 minuti fino a raggiungere un sentiero in cemento al termine del quale scorgerete la pozza.

LEGGI ANCHE:
3 ristoranti +1 da provare a Bormio e Livigno
I Pizzoccheri migliori del mondo li puoi mangiare qui

Comments

comments