Spiegare a chi non ha mai provato cosa vuol dire viaggiare in bicicletta, può risultare desolante. Ma un viaggio sulle due ruote ha una logica tutta sua, delle dinamiche completamente diverse e dei ritmi a sé.

Quel che si può cercare di rendere comprensibile ai profani sono gli insegnamenti che una lunghissima pedalata può darti. Ecco cosa ho imparato viaggiando in bici:

#1. Un viaggio va preso con calma, senza volate e senza guardare i chilometri. Non sarà la quantità di strada percorsa a definire la qualità del percorso.

#2. A rispettare la natura.

#3. Che è bellissimo non sapere dove si concluderà la giornata.

#4. Potersi fermare dove si vuole, quando si vuole è una libertà bellissima.

#5. Quando hai bisogno di qualcosa, si trova sempre in fondo alle borse.

#6. Con la musica giusta nelle orecchie si può pedalare fino in cima l’Everest. 

#7. Con una bicicletta puoi andare ovunque, ti basta immaginare dove.

#8. Quando sbagli strada è più faticoso tornare indietro piuttosto che correggere quella errata. 

#9. A cogliere dei dettagli che in macchina non puoi notare. 

#10. Perdersi è il miglior modo per iniziare un’avventura straordinaria.

#11. Quando sei sferzato dai venti e dalla pioggia, bagnato fino al midollo e congelato dentro alle ossa ti ricordi di quanto siamo degli esseri “striscianti sulla superficie della Terra, degli insetti, chiamati ‘la razza umana’… Persi nel tempo. Persi nello spazio. E nel significato”. 

E voi cosa avete imparato viaggiando in bici?

 

Comments

comments