Dormire in tenda può facilmente trasformarsi in un incubo se per impreparazione o negligenza dimenticherete di seguire alcuni piccoli consigli pratici. 

Che siate alle prime armi con il campeggio o che siate esperti escursionisti, questi piccoli accorgimenti potrebbero cambiare la vostra esperienza da negativa a positiva.

Ecco #10 consigli per chi dorme in tenda:

#1. Chiudere bene la zanzariera

Anche quando vi sembra di non riuscire a respirare dal caldo, chiudete bene la zanzariera o vi ritroverete un’invasione di insetti dentro alla tenda.

#2. Usate tutti i picchetti e i tiranti

Non siate pigri nell’usare i picchetti e nel tirare quei cordini che penzolano dal telo, se non volete ritrovarvi con una tenda moscia o, peggio, venire spazzati via da qualche folata di vento notturna.

#3. Piazzate la tenda all’ombra

Prima di scegliere il luogo dove montare la tenda, orientatevi per capire da che lato sorgerà il sole (il sole sorge da EST ovviamente) e assicuratevi di ritrovarvi all’ombra al mattino successivo. Anche nei climi miti la tenda può diventare un forno già dalle prime luci dell’alba.

#4. non lasciate cibo e spazzatura in vista

Cibo e spazzatura attirano gli animali. Soprattutto cani randagi, cinghiali e orsi. Certo, se siete in campeggio a Jesolo potreste anche non preoccuparvi di tutto ciò, ma se siete in Canada…

#5. se sai di non saperti adattare, lascia stare!

Se sai di non saper sopportare piccole scomodità, abbandonando la tua zona di comfort, allora è meglio che lasci stare.

#6. Fate la pipì prima di entrare in tenda

E’ una delle cose più fastidiose che esistano, svegliarsi nel cuore della notte per andare in bagno. Che prima il bagno lo devi trovare, magari al freddo e sotto la pioggia.

#7. scegli accuratamente la tenda

La scelta della tenda non deve essere casuale. Valuta le tue esigenze e vedi di capire se hai bisogno di leggerezza o spazio, o un’impermeabilità sopra le righe.

#8. non dimenticare il martello

Molti storceranno il naso. Pesa ed è ingombrante, ma è fondamentale. Se cercate bene nei negozi specialistici troverete martelli in gomma che sfiorano i 300 grammi e risulteranno utilissimi in caso di terreni particolarmente secchi, quando il vento ti obbliga a picchettarti anche le mutande per non volare via.

#9. attenzione a richiuderla

In caso di pioggia fai attenzione a come la richiudi. Sbattila bene prima di piegarla e in particolare assicurati che la camera interna non entri in contatto con il telo esterno bagnato, o passerai una notte umida il giorno successivo.

#10. sincronizzatevi con i ritmi del sole

L’ideale quando si dorme in tenda è sfruttare al meglio le ore di luce, dall’alba al tramonto. Dopo un paio di giorni vi verrà naturale svegliarvi alle prime luci del mattino e addormentarvi poco dopo il crepuscolo. E soprattutto risparmierete batterie per l’illuminazione e sarà più facile montare la tenda e cucinare con la luce.

Leggi anche: 

Comments

comments